L'Osservatorio sulle novità legali
in materia di crisi d'impresa
Homepage2020-05-26T09:57:05+02:00

Articoli

L’impugnazione dell’ordine di liberazione dell’immobile emesso dal Giudice Delegato

08 Apr 2021|

Con la sentenza n. 25025 dell’8 ottobre 2019, la Corte di Cassazione ha precisato che l’ordine di rilascio dell’immobile adottato dal Giudice Delegato nell’ambito di una procedura fallimentare, purché modellato sulla base dell’art. 560 c.p.c., debba essere impugnato mediante lo strumento previsto ad hoc per l’impugnazione dei provvedimenti del Giudice Delegato dalla Legge Fallimentare, cioè il reclamo ex art. 26 L.F.
Nel caso di specie, il destinatario del provvedimento aveva azionato lo strumento dell’opposizione all’esecuzione avverso […]

Alle Sezioni Unite la questione dell’ammissibilità dell’istanza di fallimento senza la risoluzione del concordato

31 Mar 2021|

La Prima Sezione Civile, Con l’Ordinanza n. 8919/21 ha rimesso gli atti al Primo Presidente, per l’eventuale assegnazione della causa alle Sezioni Unite in ordine alla questione, ritenuta di particolare importanza, concernente l’ammissibilità dell’istanza di fallimento ex artt. 6 e 7 l. fall. nei confronti di impresa già ammessa al concordato preventivo poi omologato, a prescindere dell’intervenuta risoluzione del concordato.

Infatti, la Suprema Corte pur ammettendo che “non esiste attualmente un contrasto nella giurisprudenza di questa […]

Le Sezione Unite si esprimono sulla competenza a decidere sull’impugnazione avverso il rigetto della transazione fiscale

25 Mar 2021|

La sentenza delle Sezioni Unite della Corte di Cassazione n. 8054 del 25 marzo 2021 affronta il tema del giudice competente a decidere sull’impugnazione avverso il rigetto della proposta di transazione fiscale.

La sentenza è degna di nota anche per l’excursus normativo in relazione alle modifiche che si sono succedute nel tempo riguardanti l’istituto della transazione fiscale, dalla sua introduzione ad opera dell’art. 3, co. 3, D.L. 138/2002 all’ultima modifica apportata dall’art. 3, co. 1 bis, D.L. […]

Il rispetto dell’ordine delle prelazioni nel concordato in continuità e liquidatorio

15 Mar 2021|

Il Tribunale di Milano ha affermato che “la regola generale del 160, comma 2, l.fall. del rispetto dell’ordine delle prelazioni, che è indefettibile nel concordato liquidatorio, salvo l’apporto di nuova finanza che può essere utilizzata anche in apparente violazione di tale ordine, proprio perché non promana dal patrimonio del debitore e non è vincolata  a garantirne le obbligazioni, debba essere intesa  nel concordato in continuità come operativamente limitata, nel tempo, alla data della presentazione della […]

Prime applicazioni delle procedure da sovraindebitamento “familiari”

07 Mar 2021|

Il Tribunale di Ravenna, con decreto del 3 marzo 2021, attesa l’istanza di liquidazione ex art. 14 ter l.3/2012 presentata da società non fallibile, ha disposto la riunione con detta procedura dei procedimenti promossi successivamente dai soci illimitatamente responsabili della stessa, tenuto conto della indubbia “connessione relativa all’indebitamento – posta la responsabilità solidale dei soci illimitatamente responsabili rispetto ai debitori sociali – nonché ragioni di opportunità relative alla fase esecutiva della liquidazione.

Tale provvedimento è stato […]

Si torna a parlare della natura prededucibile del credito del professionista

25 Feb 2021|

Con la sentenza n. 1961 del 28 gennaio 2021, la Corte Suprema di Cassazione torna a trattare della questione del riconoscimento della natura prededucibile, in sede fallimentare, del credito vantato dai professionisti della crisi, questa volta però con riguardo alla figura dell’attestatore.

Cassando il giudizio del Tribunale di Roma, che in accordo con l’orientamento del giudice delegato al fallimento non aveva riconosciuto la prededuzione richiesta dall’attestatore del piano concordatario presentato e dichiarato inammissibile ex art. 162 […]

Carica altri articoli
Torna in cima