In vista dell’iter di conversione in legge del Decreto Legge 8 aprile 2020, n. 23 (Decreto Liquidità), l’Avv. Stefano Morri con la collaborazione del gruppo di studio sulla crisi d’impresa di Morri Rossetti ha analizzato, alla luce delle esigenze poste dalla crisi COVID-19, l’assetto normativo concorsuale (contenuto nel R.D. 16 marzo 1942, n. 267, ma non solo) ed elaborato un set di proposte di miglioramento dello stesso nella prospettiva dell’affronto di una possibile “pandemia concorsuale”, il cui effetto, se non governato, potrebbe essere la decimazione delle imprese italiane, con gravi ricadute sulla produzione del reddito e sull’occupazione.

Viene sollecitato il focus su un aspetto delle politiche di reazione alla crisi su cui il Legislatore ha già mostrato sensibilità, emanando alcuni provvedimenti nell’ambito del Decreto Liquidità, che vengono salutati con favore ma al contempo colti nella loro insufficienza e frammentarietà.

Il documento, pur senza la pretesa di sconvolgere assetti ormai consolidati, tenta un intervento minimale ma al contempo organico allo scopo di favorire, snellire e velocizzare le procedure di regolazione concordata della crisi, in particolar modo il concordato preventivo, rendere certo e prevedibile il rapporto coi creditori fiscali e contributivi, favorire il reperimento della finanza concorsuale – anche in forma di rapporto coi fornitori strategici – migliorare la fiscalità concorsuale, tranquillizzare gli operatori finanziari, chiamati a fornire liquidità in situazioni border line e stimolare la nascita di un mercato del credito e dell’equity concorsuale.

Il Gruppo di studio, consapevole dell’importanza decisiva del tema e al contempo dell’inevitabile possibilità di perfezionamento delle proposte da esso elaborate, si offre alla discussione e al confronto con chiunque sia animato dall’intento di favorire la conservazione del valore del sistema industriale italiano e voglia mettere il suo sapere e la sua esperienza al servizio di questo alto compito.

La versione integrale del documento è consultabile qui.